Il finocchio comune è una pianta erbacea mediterranea diffusissima. Si distingue generalmente in finocchio selvatico (detto anche finocchietto) e coltivato o comune. Le due varietà fanno parte della stessa famiglia, ma mentre quello selvatico viene usato generalmente come pianta aromatica, quello coltivato, dispone di una parte edibile, detta “grumolo”, caratterizzata da un sapore più dolce e meno pungente rispetto a quello del finocchio selvatico.

Il finocchio ha notevoli proprietà benefiche: contiene vitamine fondamentali (A, B, C); è un antiossidante naturale; aiuta a mantenere l’equilibrio dei livelli ormonali delle donne (contrastando anche gli effetti della menopausa) e ultimo (ma non per ultimo!) ha pochissime calorie e zero grassi, ed è quindi particolarmente consigliato nelle diete a basso contenuto calorico. I semi del finocchio selvatico infine posseggono proprietà digestive e stimolanti per lo stomaco e l’intestino e sono utilizzati per la preparazione di ottime tisane.

Il finocchio coltivato è buonissimo da mangiare sia crudo che cotto: nel primo caso è meglio scegliere quelli tondi a carnosi; nel secondo quelli schiacciati e lunghi.
La ricetta che vi descrivo parte dietetica, ma termina (ahimè) con una bella botta di calorie data dai pistacchi che però sono buonissimi in cucina!
In realtà io ho utilizzato dei finocchi tondi che avevo in frigo, perché un po’ vecchi e non più adatti da mangiare crudi.

INGREDIENTI (per 4 persone):

  • 3 FINOCCHI
  • CAPPERI
  • ACCIUGHE
  • OLIO E.V.O.
  • PECORINO ROMANO
  • PANGRATTATO
  • GRANELLA DI PISTACCHIO
  • PEPE
  • PREZZEMOLO

PROCEDIMENTO:
Pulite i finocchi eliminando le parti esterne più dure e tagliandoli a fette. Lavateli e lessateli in abbondante acqua salata. Scolateli e metteteli in una ciotola a farli intiepidire leggermente.

FINOCCHIO_02FINOCCHIO_04

 

 

 

 

 

Conditeli con capperi, qualche acciughina sott’olio, prezzemolo tritato, pepe e una bella spolverata di pecorino romano grattugiato. Niente sale perché basta quello delle acciughe e del formaggio a dare sapidità.

 

Ungete una teglia da forno con olio extravergine di oliva, disponete i finocchi conditi, e spolverateli con un mix di pangrattato e granella di pistacchi.

FINOCCHIO_05

FINOCCHIO_07

 

 

Passate in forno ben caldo (circa 220°) il tempo necessario per la gratinatura.

FINOCCHIO_09

 

 

 

E’ delizioso sia come contorno che come piatto unico per cena.

 

E ricordate se avete bisogno di una mano, o volete prepararlo la prima volta in compagnia, potete sempre contattare la vostra

Zia” Anna
(laziaadomicilio@gmail.com)

 

Se ti piacciono le verdure gratinate, vedi anche la ricetta dei “Fiori di zucchina ripieni di ricotta, gratinati al pistacchio“.