BLOG

polpo arrosto

Tentacoli di Polpo grigliati

Il polpo (Octopus vulgaris) o piovra, è sempre buono: crudo, fritto, alla brace, cotto “con l’acqua sua”… Per noi baresi è un must, non se ne può fare a meno. Quella di oggi non è una vera e propria ricetta, ma più che altro è un modo per prepararlo in casa e che più si avvicina alla cottura alla brace.


Mi piace0 Commenti2 Minuti

Leggere di più

PEPERONI RIPIENI

Peperoni ripieni di ricotta e pistacchi

I peperoni ripieni sono un piatto tipico della cucina di molti paesi e praticamente in ogni regione d’Italia ne esiste una versione. I peperoni si lasciano interi e si farciscono con la carne tritata, con il riso, con le acciughe…


Mi piace0 Commenti2 Minuti

Leggere di più

Bietole ripassate in padella

Ormai lo sapete, io adoro le verdure, e le cucino spesso cercando però di insaporirle pur senza esagerare con i grassi e le calorie. Oggi ho preparato le bietole ripassate in padella. La bietola (o bieta) da costa è una verdura con foglie grandi di colore verde brillante. I gambi sono bianchi, rossi o gialli secondo la varietà. È una verdura molto apprezzata dato che contiene vitamine, fibre, acido folico e sali minerali. Si trova facilmente in questo periodo e si può consumare tutta la pianta incluso le foglie e il gambo.


Mi piace0 Commenti3 Minuti

Leggere di più

Finocchi Gratinati al Pistacchio

Il finocchio comune è una pianta erbacea mediterranea diffusissima. Si distingue generalmente in finocchio selvatico (detto anche finocchietto) e coltivato o comune. Le due varietà fanno parte della stessa famiglia, ma mentre quello selvatico viene usato generalmente come pianta aromatica, quello coltivato, dispone di una parte edibile, detta “grumolo”, caratterizzata da un sapore più dolce e meno pungente rispetto a quello del finocchio selvatico.


Mi piace0 Commenti3 Minuti

Leggere di più

Dimmi cosa mangi… (sulla spiaggia) e ti dirò chi sei!

Ebbene si ce l'ho fatta! Anche quest'anno, nonostante il trasloco (come è noto uno dei primi motivi di stress), sono al mare, tra ombrelloni, sedie a sdraio, e asciugamani variopinti da fare invidia a Copacabana. Ma siamo a pochi chilometri da Bari e il mio divertimento preferito è osservare il comportamento del barese purosangue (ma anche di provincia) sulla spiaggia. Una delle cose più caratteristiche è sicuramente il cibo. Cosa porta il barese “al mare” da mangiare? Ad ognuno il suo, ed io, per puro divertimento, ho stilato la mia personalissima classifica.


Mi piace0 Commenti11 Minuti

Leggere di più

Fiori di Zucca al forno ripieni di Ricotta

Alla domanda “Quali sono i fiori che preferisci”? Risponderei senza dubbio: I  fiori di zucca!
Delicati, ma al tempo stesso decisi nel gusto i fiori di zucca sono ottimi in tutti modi: fritti pastellati, ripieni al forno, nelle torte salate, nella frittata e anche nel risotto! Quella che vi presento oggi è una ricetta semplice ma gustosissima.


Mi piace0 Commenti2 Minuti

Leggere di più

Risotto autunnale

Ho chiamato questo piatto risotto autunnale perché il colore, un rosso ruggine, ricorda le foglie cadute ma anche perché per prepararlo ho utilizzato la pozione d'autunno a base di cavolo viola. Il sapore è molto particolare e ve lo consiglio se vi piacciono i gusti decisi.


Mi piace0 Commenti1 Minuti

Leggere di più

Tartare di Baccalà agli agrumi

Forse l’ho già scritto, ma ribadisco con piacere: a me il pesce crudo piace tanto. Sia il classico “crudo” alla barese, sia sotto forma di carpaccio, tartare, sushi, etc.
Oggi vi parlo di un modo semplice, semplice di preparare una squisita tartare di baccalà agli agrumi. Io ho scelto il baccalà, ma potete utilizzare anche il tonno, il salmone, o altri pesci a trancio. L’importante è che il pesce sia di ottima qualità e regolarmente abbattuto.


Mi piace0 Commenti2 Minuti

Leggere di più

chiacchiere

Basta con le… chiacchiere!

Le chiacchiere sono i dolci più comuni del periodo di Carnevale anche se vengono chiamate in modo diverso a seconda della regione (lattughe in Lombardia, cenci e donzelle in Toscana, frappe e sfrappole in Emilia, cròstoli in Trentino, galani e gale in Veneto, bugie in Piemonte, così come rosoni, lasagne, pampuglie, ecc.. ) e, come spesso accade, la vera origine (e la vera ricetta) si perde nella notte dei tempi. Si tratta di dolci semplici, sfoglie di pasta, fritte e cosparse di zucchero a velo.


Mi piace0 Commenti3 Minuti

Leggere di più

“Di sicuro lo state pensando: “ci voleva proprio un altro blog di cucina…”.

Non è così, tranquilli. Vorrei che questo spazio diventasse un luogo di incontro per gente che come me, senza pretese, senza scopo di lucro e per puro piacere personale, voglia scambiarsi ricette, consigli, opinioni, informazioni e tutto quello che riguarda cosa possiamo trovare “nel piatto e nel bicchiere”. Per crescere insieme e per diventare anche consumatori un po’ più attenti.

Si accettano tutti i consigli che vorrete darmi, e (giuro!), cercherò di essere più democratica possibile. Ma ve lo dico prima, il blog è mio e decido io!

Se quello che verrà scritto poi, non sempre sarà corretto, pazienza; come ha detto qualcuno: L’Arca di Noè è stata costruita da dilettanti, il Titanic da professionisti..!

Grazie, sin da ora, a chi vorrà contribuire.”