Forse l’ho1 già scritto, ma ribadisco con piacere: a me il pesce crudo piace tanto. Sia il classico “crudo” alla barese, sia sotto forma di carpaccio, tartare, sushi, etc.

Oggi vi parlo di un modo semplice, semplice di preparare una squisita tartare di baccalà agli agrumi. Io ho scelto il baccalà, ma potete utilizzare anche il tonno, il salmone, o altri pesci a trancio. L’importante è che il pesce sia di ottima qualità e regolarmente abbattuto.

INGREDIENTI (per 4 persone):

  • 2-3 PEZZI DI FILETTO di BACCALÀ
  • 2 ARANCE (non trattate)
  • 1 LIMONE (non trattato)
  • 2 CUCCHIAI DI OLIO E.V.O.
  • PEPE
  • FOGLIE di MENTA

PROCEDIMENTO:

Scegliete un filetto di baccalà dissalato. Potrete utilizzare anche quello surgelato purché sia di ottima qualità. Tagliatelo a cubetti più o meno di ½ cm. e ponetelo a marinare in una ciotola con il succo di una delle due arance ed il limone spremuto.

Dopo circa un’ora sgocciolate per bene il baccalà, aggiungete la polpa di metà dell’altra arancia tagliata a tocchetti più o meno della stessa misura, una bella spolverata di pepe, e qualche fogliolina di menta sminuzzata (a mano, o con un coltello di ceramica).

Versate il composto in un coppa-pasta compattandolo per bene. Lasciate raffreddare in frigo per almeno due ore. Tenderà a rilasciare del liquido, quindi dovrete servire la tartare impiattando poco prima di servire. Guarnite a piacere.

Bella, sana e saporita!

Se poi avete bisogno di una mano, o volete preparala la prima volta in compagnia, chiamate a soccorso la vostra

“Zia” Anna

(laziaadomicilio@gmail.com)

 

 

photo1Ho abbinato un vino bianco siciliano da vitigno autoctono Grillo, “Lalùci” di Baglio del Cristo di Campobello, anno 2014. Un vino di notevole freschezza ed eleganza, dai profumi minerali, odori di frutta e fiori, oltre ad intense sfumature di agrumi ed erbe aromatiche, che bilanciano ed esaltano la sapidità del baccalà.